Un viaggio in macchina

Comincio a essere stufa dell’ambiente che mi circonda. Il mio desiderio più primitivo e istintivo è sempre quello di lasciare il posto in cui mi trovo per andare verso una nuova meta. Voglio finalmente vivere emozioni nuove ma qui non succederà mai niente. Ci sono persone nella mia vita che non vorrei mai perdere, altre invece mi stanno già stancando. Ma nulla di importante per cui io debba dedicarci più di queste due righe. Questi posti così monotoni non hanno nulla a che fare con la mia personalità, io che amo viaggiare.

Oltre agli ambienti, sono circondata da persone con le quali non mi trovo, non mi trovo più. Per dire, ci sono ancora persone che non mi conoscono veramente, o meglio, queste persone pur conoscendomi da un po’ di anni si sono fatti un’idea di me che, a sentirla, non mi ci vedo nemmeno. Ma non mi fermerò nemmeno su questo concetto. Io ce la metto tutta per andare oltre alla superficialità, cerco di amare le persone soprattutto per la loro parte positiva ma provo anche ad amare i loro difetti. Loro che problemi hanno a farlo a loro volta?

Quello che mi preme ultimamente, è che, oltre alla noia che mi sta invadendo negli ultimi giorni, c’è tipo qualcosa che non va nella comunicazione. Verbale e non. I problemi che derivano da questa mancanza di comprensione e di rispetto nei confronti degli altri generano altri problemi, che a loro volta ne generano altri. Secondo me quello che diceva chi fa da se fa per tre forse voleva rivelarci che meno persone sono a conoscenza di quello che pensi su cose e su persone a cui tu tieni molto, e più le tue soddisfazioni future triplicheranno. In questo periodo ci sono intromissioni nelle mie faccende e questo non solo mi irrita ma mi impedisce di mantenere la calma e procedere con i miei piani.

Tutto sommato, in questo periodo così caotico, quello che mi resta ben definito nella mia mente è un viaggio in macchina. Il mio personale simbolo per il verbo scappare e tutti i suoi sinonimi. Prendere e andarsene con tante buone intenzioni, la promessa di un cielo stellato e una scia di profumo che sa di ottimismo.

Annunci

2 pensieri su “Un viaggio in macchina

    • Ecco, almeno non sono l’unica, nel senso che qualcuno mi capisce, insomma una base di verità c’è.
      Sono periodi che mi fanno andare fuori di testa 😉 ma passeranno e lo so.
      A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Un viaggio in macchina

Comincio a essere stufa dell’ambiente che mi circonda. Il mio desiderio più primitivo e istintivo è sempre quello di lasciare il posto in cui mi trovo per andare verso una nuova meta. Voglio finalmente vivere emozioni nuove ma qui non succederà mai niente. Ci sono persone nella mia vita che non vorrei mai perdere, altre invece mi stanno già stancando. Ma nulla di importante per cui io debba dedicarci più di queste due righe. Questi posti così monotoni non hanno nulla a che fare con la mia personalità, io che amo viaggiare.

Oltre agli ambienti, sono circondata da persone con le quali non mi trovo, non mi trovo più. Per dire, ci sono ancora persone che non mi conoscono veramente, o meglio, queste persone pur conoscendomi da un po’ di anni si sono fatti un’idea di me che, a sentirla, non mi ci vedo nemmeno. Ma non mi fermerò nemmeno su questo concetto. Io ce la metto tutta per andare oltre alla superficialità, cerco di amare le persone soprattutto per la loro parte positiva ma provo anche ad amare i loro difetti. Loro che problemi hanno a farlo a loro volta?

Quello che mi preme ultimamente, è che, oltre alla noia che mi sta invadendo negli ultimi giorni, c’è tipo qualcosa che non va nella comunicazione. Verbale e non. I problemi che derivano da questa mancanza di comprensione e di rispetto nei confronti degli altri generano altri problemi, che a loro volta ne generano altri. Secondo me quello che diceva chi fa da se fa per tre forse voleva rivelarci che meno persone sono a conoscenza di quello che pensi su cose e su persone a cui tu tieni molto, e più le tue soddisfazioni future triplicheranno. In questo periodo ci sono intromissioni nelle mie faccende e questo non solo mi irrita ma mi impedisce di mantenere la calma e procedere con i miei piani.

Tutto sommato, in questo periodo così caotico, quello che mi resta ben definito nella mia mente è un viaggio in macchina. Il mio personale simbolo per il verbo scappare e tutti i suoi sinonimi. Prendere e andarsene con tante buone intenzioni, la promessa di un cielo stellato e una scia di profumo che sa di ottimismo.

2 pensieri su “Un viaggio in macchina

    • Ecco, almeno non sono l’unica, nel senso che qualcuno mi capisce, insomma una base di verità c’è.
      Sono periodi che mi fanno andare fuori di testa 😉 ma passeranno e lo so.
      A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.