Di che profumo parla?

Non era solo il profumo, che proprio non mi andava a genio, uguale a quello di molte altre donne. Era la sua pelle, una pelle di quei corpi che si nutrono delle stesse cose, di quelle menti che si stressano per gli stessi problemi, di quelle anime sporche come se avessero tradito tutti in cambio di denaro.

Le anime non vogliono il denaro.

E’ quello che pensavo anche io. Ma anche la sua anima aveva un profumo, e nemmeno quello mi è piaciuto.

Perché?

Te lo dico subito. Non mi è piaciuto perché era un profumo con un passato intuibile, un futuro altrettanto prevedibile e nulla aveva quella donna che non avessero tutte le altre donne.

Ci è andato a letto però.

Certo ci sono andato a letto.

Com’è stato?

Frustrante. È stato come morire di una morte che si conosce, l’orgasmo peggio, baciarla è stato come un tradimento, ma mi sentivo in dovere di farlo in quanto ci stavo andando a letto. Guardarla godere mi faceva raggelare il sangue però. Mi sentivo consumato da un odio immenso e dall’assenza totale di piacere vero più forte della sua bravura a fingere che le importi.

Perché non ha rispetto delle donne?

Non è che non ho rispetto delle donne, non ho rispetto di quello che alcune di esse rappresentano.

E cosa si aspetta da una donna allora?

Un buon profumo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.