E io ti rispondo ancora

Era insopportabile il tuo corpo compresso nell’angolo. Come se dovessi dare spiegazioni a te stesso più che parlare con me. Quindi lo sguardo altrove, come quando uno guida e l’altro guarda fuori dal finestrino. Ogni tanto mi guardavi, a volte sorridevi, ma solo se io te lo permettevo. Altrimenti ritornavi nella posizione neutrale precedente. Una

Read More

Tutto quello che dovevo sapere

Eravamo già stati in quel posto. Forse in un’altra vita, eppure io lo sentivo, sentivo lui sentivo quelle note scorrere lungo la schiena come il drink che non era di quel posto, veniva da tutt’altra parte per scoprire i miei lati più nascosti, forse non troppo. Ora non esageriamo con la presunzione di poter capire,

Read More

Ti prego vattene

Sentiva il bisogno di regalarmi qualcosa. Sentiva di avermi rubato l’infanzia, calpestandola con il suo menefreghismo, doveva rimediare per fare pace con Dio. Non ci fai mai caso quando demolisci la sensibilità altrui, non capisci nemmeno quando questo nasconde un parassita che ti mangia gli organi interni, iniziando dallo stomaco con le sue cazzo di farfalle.

Read More