Sei un tormento dopo il tramonto

Perché oscilli? Io non smetto di essere quello che hai visto, e tu, dove vai? Cambi ogni due pomeriggi e ti vesti bene dopo esserti fatto baciare dalle ciliegie. In effetti sono carnose le tue labbra ma posso dirti una cosa all’orecchio? Non guardare troppo oltre se non è altrove che vuoi andare. Ho sbagliatoContinua a leggere “Sei un tormento dopo il tramonto”

Di che profumo parla?

Non era solo il profumo, che proprio non mi andava a genio, uguale a quello di molte altre donne. Era la sua pelle, una pelle di quei corpi che si nutrono delle stesse cose, di quelle menti che si stressano per gli stessi problemi, di quelle anime sporche come se avessero tradito tutti in cambioContinua a leggere “Di che profumo parla?”